martedì 30 ottobre 2012

Ancora nuvole



Eccole, sono riapparse! Le nostre amiche nuvole e anche piuttosto minacciose, come potete vedere... ma per i meteorologi, che non guardavano mai dalla finestra, il tempo brutto comincerà domani! A parte questo mi domando come faccia talvolta ad andare tutto storto e a materializzarsi ciò che temi maggiormente. Talvolta si chiede poco dalla vita, un po' più di riposo in una settimana in cui si lavora 7 giorni su 7, ma qualcuno da lassù, sembra complicare ancor più le cose, aumenta il lavoro, se è possibile e ti lascia smarrita in un sentiero di cui non conosci la destinazione. In fondo non si chiede la luna ma cose semplici che a volte spettano di diritto... Dio però sembra sordo, volge le spalle alle tue domande e rende ancora più impervio ed ignoto il cammino da percorrere. Ma che cosa desideri da me? Perché mi conduci per questa strada? Tutto questo lo ignoro e qualche volta il mio animo ribolle, mica poco. Non si comprende il suo modo di fare, ma mi aggrappo a Lui, nonostante tutto, cercando di rialzarmi subito, sebbene il peso gravi sulle mie spalle in modo ancor più forte e incomprensibile.
È umano chiedersi il perché e camminare nella fede quando tutto si oscura, rimane molto difficile, arduo. Chiedersi che cosa si desidera da me è già un piccolo passo avanti ed è proprio in queste piccole cose quotidiane che si misura e si esercita la fede. “Le cose si complicano” e qualcuno ha ribadito: “Il guaio è che è sempre così”.
No, forse no, c'è qualcosa di celato in tutto questo “progetto” di cui difficilmente scorgiamo il significato. A volte è decisamente complicato aspettare l'al di là per comprenderne il significato anche perché questo viene annebbiato da una cortina spessa, impenetrabile... Vorresti scorgere ma non puoi.