domenica 1 marzo 2015

Eccomi!

Finalmente eccomi, dopo tanto tempo! La scuola ha assorbito tutto il mio tempo, la salute fragile ha avuto i suoi contraccolpi, ma, finalmente, eccomi nuovamente.
È un periodo molto intenso. Non so se il fatto che la Quaresima coincida con esso sia un puro caso, fatto sta che ho domandato al Signore di essere sempre più vicino a Lui, di avere una vita spirituale più intensa e sono stata accontentata. Partecipo attivamente alla Santa Messa ogni giorno e prego con fervore, riesco a meditare sulla Parola di Dio e a far incontrare la vita spirituale con quella concreta e questa per me è una conquista. Grazie a Dio ovviamente!
Sto studiando ancora per il Concorso di P. ma si sono aperte, oserei dire miracolosamente, altre strade, strade che pensavo si fossero chiuse per sempre. Non saprei dire cosa sia meglio per me. Confesso di aver desiderato in questi mesi, in modo profondo, acuto, che la volontà di Dio coincidesse con la mia. Capisco di aver sbagliato e piano piano, nonostante la mancanza di direttore spirituale, ho compreso di sbagliare strada. Il buon Dio fa comprendere i propri pensieri, usando metodi originali se non può avvalersi di quelli umani! Sì, è vero, in verità ha utilizzato delle persone, tuttavia, in quel momento, avevo travisato le sue parole se non fossero poi state rafforzate da altri eventi che mi hanno indotto alla meditazione.
Devo affidarmi al grande amore di Dio! Non posso fare la mia volontà. Non so dove il mio cammino mi porterà, so che amo il mio Signore e che voglio dedicare la mia vita a Lui, ma non so come concretizzarlo ancora. Mi trovo tante strade aperte davanti, anche se alcune le vedo sbarrate, troppe modalità e talvolta il silenzio di Dio, confesso, mi atterrisce, o almeno mi provoca smarrimento.
Capisco che i suoi tempi non sono i miei e che troverà il modo, come ha fatto fino a adesso, di farmi comprendere cosa desidera da me. La mia preghiera costante è questa: "Fammi comprendere qual è la tua volontà e dammi la forza di attuarla.