domenica 8 marzo 2015

Gioia


Oggi è stata una giornata bellissima, luminosa. Stamattina sono andata con A. in chiesa, in centro. Vivo momenti indimenticabili, profondamente interiori e inesplicabili. In questa settimana, sono ripiombata nel silenzio di Dio, o meglio, nel silenzio delle emozioni. Gli domando sempre che mi sveli la sua volontà nella mia vita, ma non è semplice per adesso comprenderla. I sogni che faccio di notte, sono una continua contraddizione rispetto a quello che vivo concretamente, nella vita di tutti i giorni. Sto in attesa, ma a volte mi coglie l'impazienza.

Domando al Signore la grazia di vivere sempre unita a Lui e che, finalmente, il mio cuore si apra alla carità. Non è semplice, tante volte spiccano agli occhi del mio spirito i miei difetti, il mio egoismo. Sto in ascolto del mio cuore. Mi piace creare silenzio dentro di me, in questo modo sento emergere la gioia interiore.

Ormai siamo alle porte della primavera, gli alberi sono in fiore e il sole inonda le strade e illumina i palazzi. Si respira un'aria nuova che ti suscita intense emozioni. La settimana vola. Aspetto il fine settimana per poterlo anche dedicare a Dio e il fine settimana, quando arriva, vola... troppo velocemente. Nonostante questo, non so come dire, non sento la frattura fra la settimana lavorativa e i due giorni di stacco. Oh Signore, quante cose ci hai donato!